BCE

Form di ricerca

La newsletter quotidiana sul commento dei mercati è stata sostituita, a partire dal 25/05/2016,  con le due newsletter settimanali che potete trovare nelle nuove sezioni “TRA MERCATI & FINANZA” e “TRA FISCALITÀ & FINANZA”

Perché le banche flettono

Prima la banca centrale europea (BCE) la settimana scorsa, poi quella del Giappone (BOJ) nei giorni scorsi, e, infine, quella Statunitense (FED) l'altro ieri, hanno deciso di continuare con le politiche più o meno accomodanti. La BCE e la BOJ con politiche molto accomodanti, la FED con politiche che possiamo definire neutrali.

Obbligazioni e banche nell'Euro-zona

La Banca Centrale Europea (BCE) la settimana scorsa ha deciso di tagliare il tasso sulle riserve fino al -0,4 per cento, di alzare il volume di acquisti di obbligazioni del Tesoro e private, ed, infine, di finanziare (il TLTRO) le banche, se queste erogano crediti al settore privato ad un tasso nullo e fino al 30% della variazione dei c

Il bazooka di Draghi

La Banca Centrale Europea (BCE) ha tagliato i tassi - il tasso sulle riserve è ora al -0,4 per cento. Ha, inoltre, deciso di aumentare gli acquisti mensili di obbligazioni sia del Tesoro sia private.

Il QE e l'offerta di titoli

La politica di acquisto di obbligazioni da parte delle banche centrali (Quantitative Easing = QE) deve risolvere un problema non di poco conto, quello dell'offerta. La banca centrale compra, infatti, i titoli di stato per un ammontare cospicuo, ma questi debbono essere largamente disponibili.

Le scelte di Draghi

Nei prossimi tempi la Banca Centrale Europea (BCE) si troverà di fronte a delle scelte molto difficili. Sul fronte del finanziamento delle banche greche, e sul fronte delle decisioni nel campo degli acquisti di titoli degli altri paesi nel caso si avesse una crisi nell'Euro-area.

Dopo il tormentone greco, quello spagnolo?

In Spagna si sono tenute le elezioni amministrative, quelle politiche si terranno a fine anno. Il partito al governo, il Partito Popolare, è stato ridimensionato. Il secondo partito, il partito socialista che è all'opposizione, anche, ma meno del primo. Il terzo partito, di estrema sinistra, è diventato Podemos (“possiamo”).